tananai

Perchè la strategia comunicativa di Tananai è cosi’ efficace?

0 commento

Vogliamo dedicare questo spazio all’approfondimento di un giovane artista “emergente” che, grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo 2022, è riuscito a far decollare la sua carriera nel mondo della musica riscuotendo un successo all’insegna di consensi, estrosità e leggerezza.
Parliamo di Alberto Cotta Camusino, in arte Tananai, cantautore italiano classe ’95 nato a Milano che, dopo il (non)successo musicale ottenuto con il debutto sul palco più famoso d’Italia, ha raggiunto l’apice della sua notorietà con il lancio del singolo “La Dolce Vita”, realizzato con Fedez e Mara Sattei nel giugno 2022.

tananai

Seppur abbia ottenuto grande seguito dal punto di vista musicale, c’è una peculiarità che lo contraddistingue: la sua originale comunicazione. Ma su cosa si basa la sua strategia comunicativa? E perché è così efficace?

Tananai: un nome, una garanzia

Tutto ruota attorno alla forza della propria identità, che Tananai sceglie di comunicare a partire dal proprio nome d’arte. Qualcuno si sarà chiesto cosa significhi quello strano appellativo, se fosse frutto di un’invenzione o se addirittura fosse l’anagramma di qualcosa. La spiegazione, come racconta lo stesso artista, è molto più semplice di quanto ci saremmo immaginati: si tratta di un termine di derivazione lombarda con il quale suo nonno lo chiamava da bambino per fare riferimento alla sua vivace ed esplosiva personalità.

Mediante questo piccolo aneddoto, Tananai non solo condivide uno stralcio dei suoi ricordi d’infanzia con il pubblico, instaurandovi così una relazione; ma comunica anche una personalità delineata, coerente con i contenuti e le modalità mediante le quali decide di mostrarsi attraverso i social, che innesca un’attività di storytelling fondamentale all’interno della sua strategia comunicativa.

La forza dello storytelling: il #nofilter che funziona

A tal proposito, il Tone of Voice dell’artista riveste un ruolo particolarmente importante nel posizionamento di sé stesso in quanto personaggio e, allo stesso tempo, brand. Il suo ToV infatti, perfettamente in linea con la sua identità e il suo approccio alle cose che accadono, viene percepito come sincero e schietto, ironico e spontaneo, colloquiale e senza filtri.

tananai

Caratteristiche, queste, che attraverso l’uso di un linguaggio giovanile riescono a coinvolgere attivamente la community del cantautore, evidenziando la sua vicinanza ad essa e al relativo modo di affrontare la vita.

In particolare, quest’ultimo rappresenta il presupposto cardine sul quale Tananai ha strutturato un racconto che, partendo dall’insuccesso ottenuto con la classifica in ultima posizione al Festival di Sanremo 2022, ironizza efficacemente sulla sfortuna e trasmette un messaggio significativo mirato a promuovere un’attitudine proattiva basata sul vedere sempre il lato positivo di ciò che accade.

Un successo oltre ai confini della musica

Nonostante l’esperienza musicale di Tananai precedesse il debutto all’Ariston, è innegabile che sia stata proprio la partecipazione alla 72esima Edizione a fargli da trampolino di lancio per il raggiungimento di un hype che non ha mai smesso di crescere. Ad alimentarlo sono state anche le campagne di co-branding che, volendo a loro volta sfruttare strategicamente il buzz mediatico del momento creatosi attorno a Tananai, lo hanno visto coinvolto in azioni promo-commerciali decisamente originali.

Tra le varie collaborazioni, Tinder e Durex hanno deciso di far leva sulla coerenza tra la propria mission aziendale e il brano presentato dall’artista in occasione del Festival, “Sesso occasionale”, per la creazione di campagne creative che hanno riscosso grande successo.

Anche marchi di abbigliamento come AboutYou e RefrigiWear si sono fatti conquistare dalle positive vibes e dalla leggerezza di Tananai, nel quale hanno trovato il testimonial perfetto per la creazione di campagne di lancio nazionali, interviste finalizzate alla creazione di spot e scatti fotografici creativi.

Cosa vuol dire fare strategia oggi: il successo del lancio di “Abissale”

In una realtà di per sé mutevole, quotidianamente filtrata attraverso i social e all’insegna di trend passeggeri, mode temporanee e gusti cangianti, fare strategia significa pianificare ogni azione comunicativa sotto la lente di una prospettiva a breve termine in cui l’originalità è l’attrazione maggiore.

La campagna di lancio del singolo “Abissale” realizzata nel mese di ottobre è stata ideata proprio in funzione di questa logica, che ha reso possibile un’azione di marketing non convenzionale riuscita alla grande.

tananai

La strategia si è basata sulla realizzazione di un esperimento sociale mirato a suscitare lo stupore dei fan: dopo aver pubblicato sui social l’inaspettata frase “anche io ho sofferto come un cane”, Tananai ha temporaneamente chiuso i suoi account, per poi trascorrere ore, immobile e inespressivo, nel centro di Milano.

Il videoclip del singolo (qui il link per vederlo), estrapolato dalle riprese dell’esperimento sociale, ha successivamente confermato il successo della campagna, ritenuta dai fan originale, creativa ed emozionante.

Scritto da Maria Laura Tardio. Articolo in collaborazione con TotalMarketing


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati

Lascia un commento