Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo, nuovo prodotto Disney+

di Alessia Giurintano
4 Min.

Sebbene la serie tv sarà rilasciata a partire dal 20 dicembre prossimo, è già in circolazione il trailer del prodotto: Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo.

Si tratta di un teaser trailer, che riprende i romanzi di Rick Riordan, autore americano, il quale conobbe il successo dal 2005 al 2013.

La storia fu così accattivante e popolare, da essere adattata cinematograficamente, con due pellicole (di tre previste).

L’adattamento seriale è una novità attesa dai vecchi fan, la cui storia del semidio è rimasta nel cuore (e negli scaffali in cameretta).

Inizialmente, il detentore dei diritti era Fox, ora acquisiti da Disney, che è pronta a far sbarcare il prodotto sulla piattaforma a pagamento.

Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo sarà disponibile con i primi due episodi dal 20 dicembre 2023, solo su Disney+

Percy Jackson: l’adolescente in cui tutti si possono rispecchiare

La storia ha come protagonista principale un adolescente, Perseus detto Percy, che vive a New York con sua madre e il compagno di lei.

A scuola, però, è vittima di bulli, perché dislessico ed iperattivo. Ha inoltre un disturbo del deficit di attenzione. Il suo unico amico è un personaggio altrettanto marginalizzato, Grover.

A casa, mal sopporta il compagno di sua madre, un uomo spregevole, che gli fa costantemente tornare alla mente il pensiero, seppur rabbioso, del padre.

Percy non lo ha mai conosciuto, ignora completamente la sua identità: è Poseidone, il Dio del mare.

In quanto semidio, è condotto, dopo un pericoloso e assurdo incontro, al campo Mezzosangue, dove risiedono creature come lui. Qui ha inizio la sua esperienza, tra divinità e mondo reale.

La scelta del cast che ha sollevato delle critiche

Nel cast, costituito prevalentemente da ragazzi giovanissimi e poco noti, troviamo: Walker Scobell (come Percy), Leah Sava Jeffries (come Annabeth), e Aryan Simhadri (come Grover).

Proprio la scelta della giovane Leah, ha suscitato qualche reazione di dissenso. Il personaggio descritto dall’autore, che nel progetto è ache produttore esecutivo, è di pelle bianca. Mentre, la ragazza scelta è nera.

Questo avrebbe acceso qualche critica al prodotto, su cui è lo stesso autore ad esporsi:

«Lei è una ragazza nera che interpreta qualcuno che nei libri è stato descritto come bianco. Amici, questo è razzismo. Dire ‘Non sono razzista!’ significa semplicemente negare i propri pregiudizi e rifiutarsi di lavorarci sopra.»

Ha aggiunto che commenti di quel genere fanno capire che i suoi libri non hanno portato a nessun insegnamento, e che è stato proprio lui a selezionare la giovane attrice.

La scelta del cast è durata circa un anno e l’autore si dice soddisfatto per il trio.


Articoli Correlati