Intervista ad Azzurra Sichera: blogger e scrittrice

by Nina D'Amato
0 comment

Azzurra Sichera è una giovane scrittrice, bookblogger ed editor di Roma. Dal 2017 condivide la sua passione per la lettura e le parole sui social «è partito tutto da un quaderno che avevo dove appuntavo i libri letti e qualche pensiero – ci racconta in merito al suo blog – un giorno mi sono detta “perché non farlo online?” è stata una cosa molto spontanea. Ho iniziato con un blog gratuito di google e poi dei miei cari amici mi hanno regatalo il dominio per sostenermi, è stato molto carino.»

L’intervista con Azzurra avviene tramite meet, lei mi accoglie con un sorriso e una tazza di tè. Fin da subito emerge la sua spontaneità, autenticità e dolcezza. Davanti al suo successo si mostra stupita « guardo i dati giornalieri del blog e ho superato 1.4 milioni di visite – i suoi occhi si riempiono di luce – ho consigliato un libro per 1.4 milioni di volte il che ha dell’incredibile».

Azzurra Sichera e la passione per la lettura

La passione di Azzurra è travolgente. Il suo account instagram (silenziostoleggendo) conta oltre 110 mila followers e 607 post in cui periodicamente propone alternative alle parole, consigli di scrittura e recensioni di libri.

«Ero abituata a non avere amici che leggevano – racconta ricordando i suoi anni a Palermo, sua città natale – ti senti un po’ diversa, non riesci a trovare qualcuno con cui parlare della tua passione quindi quando ti si apre un mondo come instagram e trovi tanti lettori è come trovare il tuo posto. Un po’ come in Harry Potter.» è così che Azzurra definisce la sua community, un luogo in cui si sente accolta e capita. Durante l’intervista ci rivela, inoltre, di riceve numerosi messaggi da parte dei suoi followers – in merito al suo progetto “parole alternative” – che utilizzano il suo quaderno come spunto. «Dai commenti che ricevo, e dai messaggi in privato che mi vengono scritti, ho capito che le persone hanno voglia di arricchire il loro modo di comunicare, evitando di usare sempre le stesse parole, quelle a cui siamo più abituati, ma non solo.»

Autrice di romanzi: un sogno che diventa realtà

Azzurra Sichera ci racconta la sua vita da scrittrice «Ho partecipato ad un concorso letterario indetto da Harmony per giovani scrittrici emergenti – svela l’autrice quando le viene chiesto com’è iniziato il suo percorso da scrittrice – ho avuto la fortuna di vincerlo, venivo da anni in cui avevo ricevuto molte porte in faccia.» Poi le sue idee hanno conquistato lettori e casa editrice ed ora vanta due pubblicazioni ed un terzo in arrivo in tutte le librerie dal prossimo 24 febbraio.

in merito al secondo romanzo..

«Ho scritto il secondo romanzo in pandemia, è stato un momento drammatico per tutti – l’atmosfera ormai amichevole la fa sembrare quasi una confidenza – una mia amica mi disse di scrivere ed io ho riversato molto di me nei suoi personaggi, lo trovo un libro molto emozionante.» Poi la paura di non riuscire a scrivere più un terzo romanzo dopo aver donato tutta se stessa a quelle pagine. Il sostegno degli amici e familiari è stato fondamentale per l’autrice «I primi ad averlo letto mi hanno detto che è meglio del secondo, ha un registro diverso, più ironico. Quando scrivi scopri tanti lati di te ed influisce molto il momento storico che stai vivendo. Inevitabilmente regali una parte di te, è incredibile.»

Consigli per le giovani scrittrici

Abbiamo chiesto ad Azzurra dei consigli per le giovani scrittrici che condividono il suo stesso sogno. «Non partire mai da una pagina bianca – è il primo fondamentale consiglio che si sente di dare – è importante raccogliere le idee prima di fiondarsi davanti al pc, avere metodo.» Ammette che lei stessa prima di scrivere un capitolo o una scena del suo romanzo dedica diverso tempo alla raccolta di idee così da non arrivare impreparata al momento della stesura.

«Essere molto sinceri, il detto scrivi di quello che conosci credo valga molto di più per le emozioni. Scrivere di emozioni che non hai provato può essere difficile» poi il discorso viene spostato sulle pubblicazioni «Ci vuole pazienza e determinazione, non bisogna abbattersi perché potrebbero esserci molte porte in faccia – ammette, poi ci propone diverse alternative per la pubblicazione – una strada potrebbe essere l’autoedizione, i concorsi letterari potrebbero essere un’ottima palestra e infine ci sono le agenzie letterarie. Sono molti i mezzi a disposizione oggi.»

Scritto da Nina D’Amato


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

You may also like

Leave a Comment