Big Fish (2003): un film che sa di primavera

di Emanuele Fornito
3 Min.

Tim Burton è sicuramente tra i registi che più di tutti fanno propria quella fantasia e quella meraviglia che ci permette di guardare il mondo con occhi completamente diversi, quasi facendoci ritornare bambini: Nightmare Before Christmas o Edward mani di forbice ne sono due esempi. Ma è proprio in Big Fish che questa componente che ha contraddistinto il regista trova la sua espressione più pura. Il film, infatti, è un grande tributo proprio alla fantasia, sulla quale si regge l’intera narrazione.

Frame tratto da una scena di Big Fish
Frame tratto da una scena del film

Trama

William fin da piccolo ha visto in suo padre Edward l’incarnazione di un eroe delle favole, grazie ai fantastici racconti che narrava. Divenuto adulto, però, egli vive negativamente il non aver mai conosciuto realmente Edward e, quando il padre si ritrova sul letto di morte, decide di ricostruire la sua vera vita attraversando tutti quei meravigliosi racconti che ha ascoltato per anni.

La primavera della fantasia

Frame tratto da una scena di Big Fish
Una scena del film

E’ attraverso le diverse storie raccontate da Edward che William, e come lui lo spettatore, si ritrova a riscoprire quella sfera fantastica, fabiesca: è una vera e propria rinascita, che viene accompagnata da una scelta cromatica e stilistica funzionale a ciò (basti pensare alla celeberrima scena della dichiarazione d’amore di Edward a quella che diventerà sua moglie). D’altronde, l’originalità di Burton si manifesta nell’essenza stessa del film, che alla fine riesce a toccare la sensibilità di ognuno. Un film, Big Fish, che, affrontando temi come l’amore, l’amicizia, le difficoltà della vita, i sacrifici e le avventure in modo completamente diverso dal solito, riesce a risvegliare, in termini pascoliani, il fanciullino che risiede in ognuno, come un fiore che risboccia a primavera.

Scritto da Emanuele Fornito


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati